United States of America: il culto per l’estetica

A cura di Simone Daraio

Una delle sensazioni tipiche di un turista che va in America è quella di sentirsi costantemente su un set cinematografico, giri per i quartieri o per il centro e ti sembra sempre di stare in un film. Questo perché siamo talmente abituati a vedere l’America in TV che l’associazione viene automatica.

L’America è bella, esteticamente parlando. Le case tutte ben schierate, i pratini sempre ben rasati, gli steccati e i muri perfettamente verniciati senza sbavature, strade pulite, parchi pubblici splendenti. Le abitazioni sono di solito mantenute molto bene e curano lo spazio esterno in modo da farlo apparire sempre curato e ordinato a chi ci passa davanti. Un po’ come se fosse un biglietto da visita; non essendoci quasi mai le recinzioni è eticamente doveroso, anche per fama del quartiere, mantenere bello e colorato il davanti della propria villetta. Anche in giro per la città, i palazzi in cemento sembrano quasi tutti nuovi, difficilmente si vedono evidenti crepe o decadenza della struttura. Ovviamente non è una regola assoluta, non dappertutto è così, ma la tendenza generale è quella di far apparire tutto il più bello possibile.

Un’altra cosa che salta subito all’occhio quando si osservano le abitazioni o gli edifici americani sono le bandiere: gli americani sono molto patriottici e sono orgogliosi di mostrarsi così devoti alla loro nazione, così che piazzano enormi bandiere sul portico della loro casa e appiccicano adesivi nazionalisti sulle loro auto. Le bandiere in particolare sono dappertutto, in qualsiasi via residenziale o strada nel centro città, ci sarà almeno una bandiera appesa da qualche parte. La città con maggior prevalenza di questo fenomeno è sicuramente Washington DC, ha una densità di bandiere spaventosa, direi anche un po’ esagerata.

Addirittura scuolabus, camion dei pompieri, ambulanze e macchine della polizia sono sempre pulitissimi e lucidissimi, come appena usciti dal concessionario, senza ne un graffio ne un’ammaccatura.

Forse delle volte appare tutto un po’ troppo finto, un po’ troppo mascherato… Anche se, personalmente, preferirei decisamente tornare a casa e ammirare il mio quartiere così curato e pulito invece che vedere palazzi anneriti dallo smog con l’intonaco che si stacca e le ringhiere dei balconi arrugginite.

South Pasadena, Los Angeles CA
Durham NC

Poi penso all’immaginario comune che noi italiani siamo quelli nel mondo riconosciuti tra i massimi esponenti di estetica, grazie all’insuperabile immensa cultura di arte e architettura, di design e di moda. L’Italia è “il bel paese” per lo straniero, eppure basta camminare in qualsiasi città italiana per apprezzare anche la nostra abilità nel costruire cose brutte, per non dire delle volte orrende, e la decadenza che si trascinano dietro: strutture di cemento che dopo pochi anni si sgretolano e di cui non viene mai fatta manutenzione finché non crollano; architetture a caso messe una affianco all’altra, marciapiedi distrutti da decenni di utilizzo che tra poco torneranno ad essere breccia. Che fine ha fatto la nostra cultura dell’estetica e la devozione e la cura per le nostre città che forse un tempo avevamo?

Pershing Square, Los Angeles CA

Una critica a tutto questo sbrilluccicoso stile americano però è doveroso farla: l’America è un po’ tutta uguale. Fai una foto ad un quartiere residenziale di Chicago, poi fai una foto ad un quartiere totalmente a caso di Seattle, metti le due foto vicine e non riesci a distinguere dove hai scattato una e dove l’altra; mentre in Italia ogni città è unica nel suo stile e nella sua originalità.

Insomma pro e contro da entrambi i lati: a loro servirebbe qualche città in meno fatta con lo stampino e a noi una bella lavata di cervello per farci capire che ci vorrebbe un minimo di cura in più per il nostro ambiente urbano.

United States of America – Rubrica completa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close